Itinerario archeologico di Este

L'itinerario, della lunghezza complessiva di circa sei chilometri, si snoda all'interno della città di Este ed è percorribile a piedi o in bicicletta.
Vengono descritti i luoghi dove si sono verificate importanti scoperte archeologiche e messi in luce anche alcuni punti di interesse del centro storico e della periferia, con i suoi suggestivi scorci paesaggistici.

L'itinerario è segnalato da sedici pannelli illustrati che restituiscono il quadro dell'antico insediamento di Este preromana e romana.

Grazie alla ricchezza di informazioni raccolte, sono state identificate tre zone con diverse destinazioni d'uso:

1. area abitata: si estendeva in corrispondenza dell'attuale centro storico e delle sue propaggini occidentali ed era solcata dall'antico corso dell'Adige, che si divideva in più rami;

2. area delle necropoli: le aree cimiteriali erano poste sia a nord, a ridosso dei primi rilievi collinari, che a sud, nella pianura alluvionale oltre l'attuale strada Padana Inferiore;

3. area dei santuari extraurbani: in posizione periferica ma strategica, a nord ovest e a sud est dell'antica città.

Mentre per il I millennio a.C. all'interno dell'abitato si può ipotizzare solo una distinzione tra aree residenziali e aree produttive e artigianali, per l'apoca romana si definisce più chiaramente la presenza di aree destinate a quartieri privati e zone destinate a edifici pubblici.

I pannelli, collocati in punti accessibili e accoglienti e numerati seguendo l'ordine del percorso, sono composti da testi che contengono le informazioni essenziali e aggiornate, relative alle scoperte archeologiche di quella zona, e da una serie di fotografie degli scavi eseguiti e dei reperti ora esposti in Museo, nonché di disegni che riportano piante e ricostruzioni.

Le finalità del percorso sono quelle di incentivare la curiosità e l'interesse del pubblico locale e turistico intorno alle realtà culturali di un passato non più visibile, ma che si può raccontare attraverso la documentazione raccolta nel corso delle ricerche, attraverso il paesaggio attuale e attraverso la visita al Museo Archeologico, al quale l'itinerario si collega organicamente.

CARTINA PANNELLI TERRITORIO 2 copia

  1. Stazione ferroviaria: necropoli preromane Boldù Dolfin

  2. Via Principe Amedeo: Borgo Canevedo, il più antico insediamento di Este

  3. Contrada Deserto: Santuario Baratella

  4. Via Restara: resti di abitazioni preromane

  5. Via Gambina: resti di strutture abitative preromane

  6. Via San Fermo e Via Settabile: quartiere residenziale preromano e romano

  7. Strada Statale Padana Inferiore: Necropoli Morlungo e Capodaglio

  8. Chiesa della Salute: Il fiume e la città

  9. Via Olmo: quartiere pubblico romano

  10. Via Pietrogrande e Via Rubin de Cervin: quartiere pubblico romano

  11. Via Augustea - Cimitero: quartiere pubblico romano e zone artigianali preromane (visitabile)

  12. Via Augustea - Serraglio Albrizzi: Domus del Serraglio Albrizzi

  13. Via Sostegno - Casale: Santuario dei Dioscuri

  14. Via Caldevigo: Santuario di Caldevigo e Necropoli Rebato

  15. Via Santo Stefano: Necropoli Ricovero e Necropoli Benvenuti

  16. Parco Comunale: Necropoli preromane e romane e complesso medievale del Castello.